Ordinanza Sindacale n. 29 del 14 Agosto 2020

Per scaricare l’Ordinanza integrale Clicca qui

OGGETTO: PROVVEDIMENTO PER LA PIENA ATTUAZIONE DELLE MISURE GOVERNATIVE DI CONTRASTO ALLA DIFFUSIONE DEL COVID/2019 SUL TERRITORIO COMUNALE.

Con la presente ordinanza il SINDACO

ORDINA

 

  1. Con decorrenza dalla data della presente ordinanza e fino al 31 Agosto 2020, è fatto obbligo di indossare correttamente il Dispositivo di Protezione Individuale (mascherina facciale) a chiunque transiti sul territorio del Comune di Teverola e frequenti le aree pubbliche e/o aperte al pubblico riportate nel seguente elenco

 

  • Luoghi pubblici e/o aperti al pubblico (aree giochi, piazzette, villetta comunale);
  • all’interno degli uffici pubblici, dei pubblici esercizi e delle altre attività commerciali ed artigianali in genere;
  • all’interno delle aree mercatali;
    1. È comunque obbligatorio avere al seguito la mascherina od altri dispositivi di protezione individuale, ed indossarla in tutte le situazioni in cui non sia possibile mantenere un distanziamento tra le persone non conviventi di almeno mt.1.00.
    2. Sono comunque esclusi dall’obbligo di indossare la mascherina i bambini al di sotto dei sei anni ed i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina.
    3. L’utilizzo in maniera impropria dei sistemi di protezione, laddove obbligatorio, equivale, ai fini della sanzione, al mancato utilizzo degli stessi.
    4. Per le attività commerciali, in particolare punti di scommesse, bar, pizzerie, pub restano in vigore le seguenti prescrizioni:

 

  • mantenimento della distanza interpersonale di almeno mt. 1.00;
  • obbligo di mascherine in tutte le occasioni di contatto tra estranei (coda per l’accesso, accesso a bar e servizi ecc.) ed in tutti i casi in cui non si può rispettare la distanza interpersonale di almeno mt. 1.00;
  • divieto di assembramenti in luoghi aperti e/o chiusi, come punti di scommesse, bar, pizzerie, pub e simili.

 

  1. alla Polizia Municipale e agli altri Agenti della Forza Pubblica, di vigilare per l’esatta osservanza della presente ordinanza affinché adottino i provvedimenti sanzionatori nei confronti dei trasgressori.

Referendum Costituzionale ex art. 138 del 20 e 21 settembre 2020 – voto degli Italiani all’estero

VOTO DEGLI ITALIANI RESIDENTI ALL’ESTERO (ISCRITTI AIRE)
Per le elezioni referendarie i cittadini italiani residenti all’estero (iscritti in AIRE) votano nella città di residenza estera per corrispondenza.
Coloro che desiderano rientrare in Italia per esercitare il proprio diritto di voto devono comunicare al consolato di competenza tale volontà, compilando il modulo di opzione per il voto in Italia entro martedì 28 luglio 2020  (10’ giorno successivo alla pubblicazione del Decreto di indizione del Referendum).VOTO DEGLI ITALIANI TEMPORANEAMENTE ALL’ESTERO
Per le elezioni referendarie i cittadini italiani che si trovano temporaneamente all’estero, per motivi di lavoro, studio o cure mediche per un periodo di almeno 3 mesi (nel quale ricade la data di svolgimento della consultazione), possono votare per corrispondenza nel luogo di dimora estero.
Tale possibilità è estesa anche ai famigliari conviventi.
Per avvalersi di questa facoltà gli elettori temporaneamente all’estero devono trasmettere, al Comune di iscrizione nelle liste elettorali, una dichiarazione di opzione per il voto per corrispondenza entro mercoledì  19 agosto 2020 (32’ giorno antecedente la data della votazione).

scarica allegati:

modello_opzione_temporanei_estero_referendum_2020_