Referendum Costituzionale ex art. 138 del 20 e 21 settembre 2020 – voto degli Italiani all’estero

VOTO DEGLI ITALIANI RESIDENTI ALL’ESTERO (ISCRITTI AIRE)
Per le elezioni referendarie i cittadini italiani residenti all’estero (iscritti in AIRE) votano nella città di residenza estera per corrispondenza.
Coloro che desiderano rientrare in Italia per esercitare il proprio diritto di voto devono comunicare al consolato di competenza tale volontà, compilando il modulo di opzione per il voto in Italia entro martedì 28 luglio 2020  (10’ giorno successivo alla pubblicazione del Decreto di indizione del Referendum).VOTO DEGLI ITALIANI TEMPORANEAMENTE ALL’ESTERO
Per le elezioni referendarie i cittadini italiani che si trovano temporaneamente all’estero, per motivi di lavoro, studio o cure mediche per un periodo di almeno 3 mesi (nel quale ricade la data di svolgimento della consultazione), possono votare per corrispondenza nel luogo di dimora estero.
Tale possibilità è estesa anche ai famigliari conviventi.
Per avvalersi di questa facoltà gli elettori temporaneamente all’estero devono trasmettere, al Comune di iscrizione nelle liste elettorali, una dichiarazione di opzione per il voto per corrispondenza entro mercoledì  19 agosto 2020 (32’ giorno antecedente la data della votazione).

scarica allegati:

modello_opzione_temporanei_estero_referendum_2020_

ORARIO DI APERTURA CIMITERO COMUNALE PERIODO ESTIVO

 

 

  CITTÀ DI TEVEROLA

Provincia di Caserta

Area Tecnica

———————-

Via Cavour n. 1 – ( 081.8911922

Pec: protollo.teverola.pec.it

 

 

 

CIMITERO COMUNALE

 

 

 

 

 

ORARIO DI APERTURA PERIODO ESTIVO

 

 

LUNEDI’    ORE 9.00 – 13.00                                    POMERIGGIO    ORE 15.00 – 17.00

 

MARTEDI’ ORE 9.00  – 13.00

 

MERCOLEDI’   ORE 9.00 – 13.00                              POMERIGGIO    ORE 15.00 – 17.00

 

GIOVEDI’         CHIUSURA

 

VENERDI’     ORE 9.00 – 13.00

 

SABATO         ORE 9.00 – 13.00

 

DOMENICA    ORE 9.00 – 12,30                                                              

 

Teverola li,29/06/2020

 

 

L’ASSESSORE                                                                                       IL SINDACO

 

Angela Improta                                                                                        Tommaso Barbato

 

 

AMIANTO, CENSIMENTO OBBLIGATORIO

Ordinanza Sindacale n. 24 del 28/05/2020
CENSIMENTO OBBLIGATORIO AMIANTO

  • Per scaricare l’ordinanza integrale, CLICCA QUI
  • Per compilare la modulistica online, CLICCA QUI

IL SINDACO

[…]

O R D I N A

a tutti i proprietari e/o amministratori di immobili con copertura in lastre di cemento amianto, a tutti i proprietari e/o amministratori di beni mobili ed immobili nei quali siano presenti materiali o prodotti contenenti amianto, libero o in matrice friabile, nonché ai titolari o legali rappresentanti di unità produttive, di provvedere, entro il termine perentorio di giorni 90 (novanta) dalla data di pubblicazione della presente Ordinanza:

  • ad effettuare il censimento degli stessi mediante l’utilizzo dell’apposito modello fornito dal Comune (allegato in calce alla presente ordinanza) e scaricabile dal sito internet del Comune; la scheda, debitamente compilata dal proprietario, dall’amministratore o dal legale rappresentante/dirigente dell’immobile e dei locali e la valutazione del rischio, corredata di certificato di analisi e monitoraggio ambientale, va trasmessa, in originale o copia conforme, al Comune entro il termine anzidetto; successivamente il Comune provvederà a trasmettere all’A.S.L. competente tutte le schede pervenute, per il prosieguo dell’iter di competenza;

 

  • a provvedere, in via cautelativa, al fine di eliminare eventuali condizioni di rischio per la salute pubblica, all’attuazione delle azioni e/o interventi di seguito elencati, in linea con i principi dettati dai D.M. 06/06/1994, e precisamente:
    • a redigere una dettagliata valutazione del rischio e dello stato di conservazione delle parti in amianto, corredata da certificato di analisi e monitoraggio ambientale, da parte di un tecnico abilitato, iscritto al relativo Albo di competenza;
    • a fornire le indicazioni sulle azioni che si intendono adottare ed i relativi tempi, compreso il nome della figura designata con compiti di controllo dei materiali contenenti amianto di cui al paragrafo 4 del D.M. 06/09/1994.

In particolare, la valutazione del rischio di cui sopra dovrà stabilire se il materiale presente è classificabile come:

  • integro non suscettibile di danneggiamento;
  • integro suscettibile di danneggiamento (dovrà essere attuato un intervento di bonifica entro il termine perentorio di anni due dalla data di esecuzione della valutazione del rischio amianto);
  • danneggiato: in tale caso la procedura di bonifica, mediante rimozione, incapsulamento o confinamento, andrà attuata immediatamente, nel rispetto della normativa vigente e previa approvazione del Piano di Lavoro da parte dell’A.S.L..

AVVERTE

che hanno l’obbligo di ottemperare alla presente Ordinanza anche:

  • coloro già oggetto di precedenti provvedimenti relativi al rischio amianto, mediante ordinanze o diffide o segnalazioni;
  • coloro che, a seguito di precedente provvedimento, avessero effettuato la valutazione del rischio amianto in data non antecedente all’01/01/2012, potranno trasmettere la scheda di censimento, debitamente compilata, cui allegare copia della documentazione già prodotta (o, in alternativa, indicazione di data e protocollo di acquisizione all’Ente);
  • chiunque, in caso di presenza di manufatti o coperture in cemento-amianto nel territorio del Comune, può presentare segnalazione scritta all’Ufficio Tecnico Comunale – servizio ambiente.

 

AVVERTE

– che, per l’inosservanza all’obbligo di informazione previsto dalla presente Ordinanza Sindacale è prevista la sanzione amministrativa da € 2.582,20 ad € 5.164,57, ai sensi della Legge n. 257/1992, art. 15, comma 4;

 

  • che l’inosservanza alle disposizioni contenute nella presente, inoltre, sarà perseguita come per legge, ai sensi dell’art. 347 e 650 del c.p.p.;

Avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso:

  • entro 60 giorni dalla data del suo ricevimento, al Tribunale Amministrativo Regionale – T.A.R. Campania di Napoli, ai sensi dell’art. 21 della Legge 06/12/1971, n. 1034;

o, in alternativa

  • entro 120 giorni dalla data del suo ricevimento, al Presidente della Repubblica ai sensi dell’art. 9 del d.P.R. 24/12/1971, n. 1199.

A norma dell’articolo 8 della Legge 07/08/1990, n. 241, recante: “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi” e successive modificazioni, si rende noto che responsabile del procedimento è l’Arch. Raffaele De Rosa, responsabile dell’AREA TECNICA, tel081 8911931/32/33, mail raffaele.derosa@comune.teverola.ce.it, pec areatecnica.teverola@pec.it, al quale è possibile rivolgersi per ogni chiarimento.

D I S P O N E

la pubblicazione della presente Ordinanza all’Albo Pretorio online del Comune e a mezzo manifesti murali da affiggere sull’intero territorio comunale.

Inoltre, dispone l’invio di copia delle presente Ordinanza, ai sensi e per gli effetti di legge e per le rispettive competenze, a:

  • Comando Polizia Municipale, sede;
  • Responsabile area tecnica relativamente al patrimonio pubblico dell’Ente;
  • Ufficio Territoriale di Governo – Prefettura di Caserta;
  • Stazione Carabinieri di Teverola (CE);
  • Direttore del Dipartimento di Prevenzione dell’ASL CE
  • R.P.A.C. dip. Prov. di Caserta;
  • alla Regione Campania Direzione Generale per l’Ambiente e l’Ecosistema UOD 06 – Bonifiche,
  • alla Provincia di Caserta – Settore Ambiente e Tutela del Territorio.

Il Sindaco
Tommaso Barbato

Ordinanza n. 49 – Regione Campania

Ordinanza n. 49 del Presidente della Regione Campania

Oggetto: Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai snesi dell’art. 32, co. 3, della L. 23 Dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica e dell’art. 3 del D.L. 25 Marzo 2020, n. 19. Disposizione ai sensi dell’art. 1, co. 16 D.l. 16 Maggio 2020, n. 33.

All’ordinanza sono presenti ALLEGATO 1 (Autoscuole, centri istruzione automobilistica, scuole nautiche, studi di consulenza automobilistica), ALLEGATO 2 (protocollo di sicurezza anti-diffusione SARS-CoV-2 nelle attività di commercio al dettaglio su aree pubbliche (mercati, fiere e mercatini degli hobbisti).

Per leggere l’Ordinanza n. 49, Clicca qui