Carta d’Identità Elettronica (CIE) per cittadini minorenni residenti a Teverola, italiani e stranieri

Di cosa si tratta?

Il documento può essere rilasciato fin dalla nascita.

La carta d’identità rilasciata ai minori di anni 3 ha validità di anni 3 mentre quella rilasciata ai minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni ha una validità di 5 anni.

Il minore deve presentarsi agli sportelli accompagnato da un genitore munito di documento di riconoscimento valido.

Qualora si richieda un documento valido per l’espatrio è necessario l’assenso di entrambi i genitori che devono recarsi agli sportelli, insieme al minore per dare il proprio assenso e dichiarare l’assenza di cause ostative all’espatrio. Nel caso non sia possibile per uno dei genitori presentarsi allo sportello, è possibile dare il proprio assenso compilando il relativo modulo e allegando fotocopia del proprio documento d’identità in corso di validità. Nel caso di rifiuto all’assenso da parte di un genitore, è possibile supplire a ciò mediante autorizzazione del Giudice Tutelare.

Nel caso in cui si tratti di minorenni aventi cittadinanza straniera, la carta d’identità verrà emessa non valida per l’espatrio. La qualità di genitore deve essere correttamente registrata in anagrafe. Il minore dovrà inoltre esibire il permesso di soggiorno valido oppure il permesso di soggiorno scaduto e le ricevute di rinnovo presentate nei termini previsti dalla normativa oppure il nulla osta al ricongiungimento familiare.

PAESI IN CUI E’ POSSIBILE ESPATRIARE
Per un elenco aggiornato dei paesi in cui è possibile recarsi con la carta d’identità, si consiglia di consultare il sito http://www.viaggiaresicuri.it/, selezionando il Paese di proprio interesse.

ATTENZIONE: per il minore di 14 anni italiano, l’uso della carta d’identità ai fini dell’espatrio è subordinato alla condizione che il minore viaggi accompagnato da uno dei genitori o da chi ne fa le veci, o che venga menzionato – su una dichiarazione rilasciata da chi può dare l’assenso o l’autorizzazione, convalidata dalla Questura – il nome della persona, dell’ente, della compagnia di trasporto a cui il minore stesso è stato affidato.

Nel caso in cui il minore di anni 18 viaggi verso la Croazia non accompagnato dai genitori/tutori, dovrà portare con sè un atto di assenso all’espatrio contenente i dati personali e la firma degli esercenti la potestà genitoriale, il motivo e la durata del soggiorno, il periodo di validità dell’atto di assenso e i dati dell’accompagnatore del minore. L’atto di assenso dovrà essere autenticato presso il Comune di residenza.

Il Ministero dell’Interno, con circolare n. 15/2011, suggerisce l’opportunità di munirsi di un certificato di nascita con indicazione della maternità e paternità da esibire in caso di richiesta da parte delle autorità di frontiera, anche nel caso in cui il minore di 14 anni viaggi accompagnato da un genitore.

Quali sono i vincoli per l’accesso al servizio?
La nuova CIE può essere richiesta in presenza dei seguenti requisiti:

residenza nel Comune di Teverola
domicilio nel Comune di Teverola previo nulla osta da parte del Comune di residenza.
FURTO : In caso di furto della carta d’identità, occorre presentare agli sportelli la denuncia di furto resa alle autorità competenti (Polizia, Carabinieri, Polizia Municipale) e un altro documento di riconoscimento (passaporto, patente, libretto di pensione, ecc).

SMARRIMENTO: In caso di smarrimento, occorre presentare agli sportelli la denuncia di smarrimento che può essere resa, oltre che presso la Polizia e i Carabinieri, anche presso il Comando di Polizia Municipale ed esibire un altro documento di riconoscimento (passaporto, patente, libretto di pensione, ecc).

FURTO O SMARRIMENTO ALL’ESTERO: E’ accettata la denuncia fatta presso il Consolato o l’Ambasciata italiani; se la denuncia è stata fatta presso altri organi stranieri, la denuncia dovrà essere rifatta alle competenti autorità italiane (Polizia, Carabinieri)

DETERIORAMENTO: In caso di deterioramento della carta d’identità, il richiedente dovrà sottoscrivere una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante l’avvenuto deterioramento del documento e presentare contestualmente il documento originale deteriorato.

Qual è la tempistica del procedimento?

In applicazione delle nuove procedure previste dal Ministero dell’Interno, il documento non sarà consegnato direttamente a sportello al momento della richiesta, ma sarà spedito presso l’abitazione del richiedente o ritirabile presso lo Sportello dell’Ufficio Anagrafe entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta.