Elezioni Amministrative 2019

Elezioni Comunali 2019
Con decreto del Ministero dell’Interno del 20 marzo 2019, è stato fissato la data per l’elezione diretta dei Sindaci e per il rinnovo dei comunali degli EE.LL. per DOMENICA 26 MAGGIO 2019.
LE OPERAZIONI DI VOTO SI SVOLGERANNO:

dalle ore 07:00 alle ore 23:00

Al fine di evitare il possibile sovraffollamento e le code degli ultimi giorni, è consigliabile che ogni elettore verifichi per tempo il possesso dei documenti necessari per l’espressione del diritto di voto (TESSERA ELETTORALE – DOCUMENTO DI IDENTITA’).

MANIFESTO CONVOCAZIONE COMIZI

modello comunitari al voto

manuale presentazione liste. min. interno

VOTO DOMICILIARE

Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l’ausilio del trasporto pubblico per disabili organizzato dal comune e gli elettori affetti da gravi infermità, che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nella predetta dimora.

Per avvalersi del diritto di voto a domicilio, gli elettori devono far pervenire al Sindaco del Comune di iscrizione nelle liste elettorali, tra il quarantesimo ed il ventesimo giorno antecedente la data di votazione (ossia fra martedì 16 aprile e lunedì 6 maggio 2019), una dichiarazione in carta libera attestante la volontà di esprimere il voto presso l’abitazione in cui dimorano, indicandone l’indirizzo completo. Alla dichiarazione deve essere allegato un certificato rilasciato dal funzionario medico designato dall’A.S.L. (Autorità Sanitaria Locale), in data non anteriore al quarantacinquesimo giorno antecedente la data della votazione, che attesti, in capo all’elettore, la sussistenza delle condizioni di infermità di cui al comma 1 dell’art. 1 della Legge n. 46/2009, con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data del certificato ovvero la condizione di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tale da impedire all’elettore di recarsi al seggio. Nel caso sia necessario, l’elettore può essere assistito nel voto da un accompagnatore.

Tale ultimo termine (6 maggio), in un’ottica di garanzia del diritto di voto costituzionalmente tutelato, deve considerarsi di carattere ordinatorio, compatibilmente con le esigenze del Comune.

Modello Voto-domiciliare-teverola